Prima Tesla Model 3 prodotta1 min read

1 min read
La prima Tesla Model 3 di serie, denominata SN1, “Serial Number 1”, è uscita dalle linee di Fremont.
La conferma è arrivata dallo stesso Elon Musk, Che sta per twittare le prime foto dell’elettrica nella sua veste definitiva.
Le immagini mostrano la vettura da 35 mila dollari e 345 km di autonomia minima, ufficialmente già pre-ordinata da oltre 373 mila clienti. La SN1 della foto, nera con cerchi da 19”, è stata ordinata da Ira Ehrenpreis, membro del board della Casa.
Il patron della Tesla si è limitato a pubblicare le foto, senza aggiungere ulteriori informazioni sulle caratteristiche o sulle opzioni della Model 3: probabilemte, tutti i dettagli saranno svelati il 28 luglio, quando il costruttore di Palo Alto consegnerà le prime 30 unità e aprirà il configuratore.Si presenta come una Model S “più piccola e più abbordabile, con meno autonomia, potenza e funzioni”, la piccola Tesla offrirà poco meno di un centinaio di alternative: per snellire la produzione, la vettura sarà inizialmente disponibile con la sola trazione posteriore.
Sul fronte batteria, le versioni top di gamma monteranno accumulatori fino a 75 kWh, contro i 100 delle Model S e delle Model X più prestazionali.
Per molti, la Model 3 è l’auto che deciderà il futuro della Tesla. L’elettrica rappresenta la leva che consentirà di incrementare la produzione fino alle 480-500 mila vetture previste per il 2018, contro le 83.922 del 2016.
Per agosto, le linee di Fremont dovrebbero assemblare 1.500 unità, con l’obiettivo di raggiungere i 20 mila esemplari entro dicembre.
Le prime consegne della Model 3 saranno riservate ai 10 mila dipendenti della Tesla e di SpaceX: la vettura dovrebbe raggiungere gli altri Stati dell’ovest, per poi passare alla costa atlantica e infine all’Europa a inizio 2018.
Il prezzo d’attacco per l’Italia si aggirerebbe sui 40-45 mila euro.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!