Renault fa prendere la tintarella con il Vertical Summer Tour 20171 min read

1 min read
Renault rilancia per il 3 anno consecutivo il Vertical Summer Tour 2017, un viaggio itinerante di 8 tappe che porterà a luglio ed agosto la gamma crossover della casa d’oltralpe, come Koleos, Captur e Kadjar, nelle più note mete turistiche estive italiane. È ora di far prendere la tintarella anche alle vetture, non solo alle persone!
La partenza il 15 luglio da Rimini.
SMLXL

Renault arriva fresca del rinnovamento della gamma crossover grazie al nuovo Koleos, che si va ad affiancare al nuovo Captur e al Kadjar, con il trio di modelli è pronta ad affrontare il viaggio itinerante.
In ogni tappa, vi sarà la partnership di Radio M2O, Renault allestirà un villaggio unico, il “Vertical Village”, dove si potrà partecipare ad una serie di attività d’intrattenimento tra sport e musica. Sarà possibile conoscere da vicino e poter testare la proposta crossover di Renault: il nuovo Captur, urban crossover di segmento B più venduto in Europa nel 2016, il Kadjar, crossover di segmento C, e dal nuovo Koleos, modello di segmento D un suv comodo e confortevole quanto una berlina.
Ognuno dei tre crossover del marchio francese risponde a differenti esigenze di mercato, collocandosi in segmenti differenti, pur condividendo i tratti tipici del crossover, il piacere di guida mixato da tanta tecnologia e l’elevato comfort grazie alle doti di abitabilità.
SMLXL

Il calendario delle 8 tappe del Vertical Summer Tour 2017 che accenderà l’estate di Renault è:

– 15-16 luglio: Rimini
– 22-23 luglio: Lignano Sabbiadoro
– 29-30 luglio: Marina di Pietrasanta
– 1-2 agosto: Numana
– 4-5-6 agosto: Margherita di Savoia
– 9-10-11 agosto: Marina di Camerota
– 13-14-15 agosto: San Vito Lo Capo
– 18-19-20 agosto: Realmonte

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!