Proace, Traveller e Spacetourer. Nuovi modi far business e vivere in famiglia2 min read

3 min read
Toyota Proace, Citroen Spacetourer (Jumpy in versione furgone), Peugeot Traveller (Expert in versione furgone); 3 nomi per un solo furgone. Grazie alla Joint venture tra Toyota e il gruppo Psa, le 3 case mettono sul mercato questi nuovi modelli sia in versione furgone che 9 posti.

# Liguardo:

Sono praticamente uguali nelle forme e nel design basso e schiacciato, come piace in questo periodo. Cambia il frontale: ognuno di loro riprende il face feeling delle rispettive case. Tutti quanti come optional forniscono i proiettori allo Xenon, praticamente introvabili in questo segmento.
Sono disponibili con 3 lunghezze, con passi diversi: 4,60m 4,90m e 5,30m.
Tutti gli allestimenti hanno entrambe le porte scorrevoli e i 3 posti anteriori. Le versioni pulmino hanno vetri molto ampi oscurati in modo da garantire la privacy degli occupanti.

 
# Entro:
 
Gli interni sono sobri, ma ben curati. Spicca subito la mancanza della leva del cambio sostituita dalla ghiera del cambio automatico. Appena sopra, troviamo il sistema con schermo touch da 7″. Nel computer di bordo, insieme
 ai dati, troviamo i segnali stradali e l’allarme contro i rischi di tamponamento. Le regolazioni dei sedili anteriori sono
 anche in altezza e profondità, le persone alte però, hanno il ginocchio destro leggermente schiacciato dalla colonna dello sterzo. Lo spazio a bordo è davvero moltissimo:
 Soprattutto nelle versioni 9 posti sono comodi e versatili. Se rimossi, creano uno spazio di carico grandissimo, perfetto per mettere qualsiasi oggetto.
Come optional, si possono scegliere anche il tetto apribile e navigatore, ottimi per i lunghi viaggi.
# Liguido:

 Fondamentalmente presentano la stessa meccanica e lo stesso feeling di guida. Il migliore dei 3 potrebbe essere il Peugeot, ma solo per i fruscii minori alle alte velocità. I motori sono: per il Proace un turbodiesel 1.6 da 95 e 115cv ed un 2.0 da 122, 150 e 180cv. Per il gruppo Psa troviamo un 1.6 da 95 e 116cv e un 2.0 hdi da 150 e 177cv. I motori spingono bene, fluidi e precisi gli innesti del cambio, un po’ meno lo sterzo che rimane pesante.

 
 
 Questi furgoni, tutti prodotti negli stabilimenti della Psa in Francia, hanno moltissimi sistemi di sicurezza già di serie (poco comuni su mezzi del genere). I prezzi sono a partire da 29’900€ per Citroen e Peugeot, più bassa la base di partenza del Proace: a partire da 24’250€.

😊
– Per essere un furgone commerciale sono moltissimi i sistemi di sicurezza, meglio di molte auto di lusso
– Il listino è molto ampio: quasi più di un’auto normale
– La versatilità è ottima: sono tantissimi i vani e molte le soluzioni “furbe” adottate.😔
– Il ginocchio destro rimane propio schiacciato, bastava qualche centimetro in meno di plastica ed era risolto.
– I sensori parcheggio sono tutti optional e vedere gli ostacoli bassi diventa davvero difficile.
– Lo sterzo non è preciso e molto duro.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!