Hyundai ricomincia da i303 min read

3 min read
Hyundai comincia il rinnovo della gamma partendo dalla vettura di segmento C più venduta in Europa: la I30. Con questo nuovo modello punta a farsi largo nel mercato, ritagliandosi una fetta ampia dalle altre rivali.
 
#Laguardo:
Nonostante non sembrino esserci accordi, questa I30 ha linee famigliari, fin troppo, sembra la Mazda3 di ultima
 generazione. Notiamo, infatti, il muso a testa di squalo con la griglia ampia, che occupa tutto il paraurti. I proiettori a Led sono alloggiati negli angoli, più sui parafanghi che nel paraurti. La linea, da tagliata, continua per tutto il fianco, dando un senso di profondità a questo Stargazing Blue. Termina con un nuovo taglio del portellone, vagamente ripreso dalla I20, con un lunotto schiacciato e fanali a Led di ultima generazione. A definire le linee sportive vi sono

 modanature, tetto e specchi retrovisori neri a contrasto abbinati ai nuovi cerchi in lega multirazze da 17″.

#Entro:
 
La posizione di guida è comoda, il sedile avvolgente non impedisce i movimenti, si nota subito di essere seduti un po in basso e diventa difficile vedere l’esterno con le superfici vetrate non molto ampie. Il colore nero regna incontrastato dai sedili alla plancia fatta con plastiche rigide.
Al centro della plancia troviamo il clima automatico con i comandi comodi alla regolazione e, più in alto, la radio touch screen con schermo da 8″ che integra le funzioni di radio, controllo dei sistemi di lisci ressa, al navigatore per finire con il telefono e meteo. Un assistente perfetto per aver tutto sotto controllo.

 Tantissimi sono i sistemi di sicurezza utilizzati in questa prima edition: il DAA (driver attention alert) in grado di rilevare la stanchezza del guidatore e avvertilo con segnali luminosi che è ora di una sosta; consapevoli della scarsa visibilità offerta, immettono il BSD, ovvero il sistema di monitoraggio degli angoli ciechi per evitare spiacevoli incidenti. Infine, é rimasto invariato il sistema di rilevamento del veicolo antecedente con relativo freno autonomo di emergenza.

#Laguido:

 Tutti i motori in condivisione con Kia, aggiornati alla tecnologia Euro6, offrono buone prestazioni. Quello della prova è un 1.4 T-Gdi da 140cv, turbo benzina che regala qualche vena sportiva nelle riprese e negli allunghi.  Si possono a avere anche un 1.0 T-Gdi da 120cv ed un più parsimonioso 1.4mpi da 100cv. Sul fronte Diesel troviamo un collaudato 1.6 Crdi da 136cv, il classico con cui non sbaglia mai. È possibile affiancarli ad un cambio manuale a 6 marce o automatico a 7 rapporti (DCT), con innesti che a volte non perfettamente fluidi.

 La nuova I30 ha tutti i numeri per diventare una delle auto più vendute nel segmento C, replicando e aumentando le vendite del modello precedente. I prezzi sono a partire da 18’900€, ma per la versione Prime Edition il prezzo sale a 25’000€. Sulle varie versioni restano tutte le dotazioni principali e la sicurezza è di serie.

 

😊
– Lo spazio interno è il più grande della sua categoria, si viaggia comodi e rilassati
– 5 anni di garanzia Hyundai sono un classico che serve sempre
– Il sistema di navigazione e la sicurezza funziona alla perfezione e si integrano benissimo con l’auto.
😔
– Il cambio automatico, in alcuni casi, non è molto fluido e tende a essere rumoroso
– Le plastiche sono migliorate, ma rimangono dure al tatto
– La soglia di carico rimane alta e con un grosso scalino, non è facile alzare carichi pesanti a 70cm da terra
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!