Abbandonare il progetto Punto? Meglio pensare a Innocenti!2 min read

2 min read
Oggi volevo raccontarvi una vicenda successa di recente. Dopo essere stati in un concessionario ufficiale di casa Fiat per vedere una nuova vettura, ci è stato riferito che la Punto, nonostante le enormi richieste, verrà dismessa definitivamente entro la fine dell’anno. Anzi, a dirla tutta, Fiat sta provando da alcuni anni a “pensionarla” però, data l’enorme mole di persone che vogliono questo modello, rimane ben salda nel listino.

Qui sorge un dubbio… Perchè dismettere un modello tanto amato dal popolo italico e d’Europa?
Il nome Punto è presente da più di 20 anni sul panorama delle auto. Fin dalla prima versione, ha riscosso enorme successo, nel corso degli anni ha saputo essere un mezzo perfetto per la città, per una gita fuoriporta, come auto tuttofare, neopatentati compresi!
MXLLS
Il motivo? É un’auto dalle linee semplici che, grazie alla sua linea leggera, riesce a mettere d’accordo qualsiasi classe di pubblico; inoltre ha saputo adattarsi anche alle innovazioni tecnologiche, ha un’ampia gamma di motori e alimentazioni ed é aggiornata fino agli ultimi sistemi di sicurezza ed alle tecnologie di infoteinement.

 
Quindi, piuttosto che toglierla definitivamente dal listino, senza una vera e propria sostituta (Fiat Tipo 5 porte, pur essendo vicina, è l’erede della Stilo) perchè non ammodernarla solo in pochi particolari e rispolverare qualche vecchio marchio della casa torinese… Ad esempio Innocenti!
MLXLS
Diventerebbe un marchio a sé, Innocenti Punto, mantenendo la sua nutrita clientela e potrebbe soddisfare le richieste di tutti gli amanti di questo modello, adottando anche un prezzo low-cost arrivando addirittura a sfidare la famosa casa d’oltralpe.
Per Fiat non sarebbe nemmeno una novità; già in passato venne adottata queste tecnica di cambio del marchio con la Uno, che rimase ancora nei listini Innocenti fino al 1997, anno in cui venne chiuso il marchio. Questa ultima versione di Uno Innocenti fece comunque delle discrete vendite e permise di “traghettare” i proprietari del modello alla seconda versione di Fiat Punto.
Forse tutto questo può sembrare bizzarro, ma ci piacerebbe vedere una Punto Innocenti in vendita ancora per un quinquennio, il tempo di vita medio di un leggero restyling, che potrebbe portare gran lustro al modello nato nel 1993, passato poi con la terza versione del 2006 nelle sapienti mani di Giugliano fino ad arrivare al modello attuale.
 
Sarebbe bello sì, ma chissà cosa ne pensano a Mirafiori!!
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!