Allestimento Style limited per la Gamma Peugeot1 min read

1 min read

Negli ultimi anni Peugeot ha prodotto diverse edizioni speciali o allestimenti particolari per i suoi modelli e ora la tradizione non si smentisce con l’allestimento Style, dedicato a Peugeot 108, 208, 2008 e 308. I contenuti riguardano estetica e tecnologia, con vetri posteriori oscurati, soglie battitacco specifiche, badge sulla carrozzeria e sistema di infotainment con MirrorScreen di serie con Android Auto, Apple CarPlay e Mirror Link.

#Alcompleto:

La Peugeot 108 Style si può avere sia con carrozzeria normale sia in versione TOP!, ovvero quella che di serie ha il tetto in tela apribile e il motore Vti 72cv, con gomme e cerchi in lega da 15”. Di serie sono compresi i vetri posteriori oscurati, tappetini cromature esterne  specchi compresi, inserto in nero lucido nella plancia, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle, unica nota dolente, il sistema Mirror Link è a richiesta. Il listino della 108 Style parte da 12.900 euro e la serie limitata è di appena 1.000 esemplari. Più alto invece il listino della Peugeot 208 Style che parte da 16.100, disponibile in abbinamento col benzina PureTech 82cv o col diesel BlueHDi 75cv; le novità sono le stesse della 108 e cerchi in lega da 16”, idem per la 2008 Style, che si può avere con un motore benzina a partire da 18.750 euro.

#Berlinao5porte:

La gamma Style di Peugeot si conclude con la 308, con carrozzeria sia 5 porte sia station wagon, con benzina PureTech 110 e 130cv S&S o dai diesel BlueHDi 100 e 130cv l’unico con cambio automatico EAT8. Le novità riguardano i cerchi in lega, da 16 o 17 pollici, i retrovisori ripiegabili elettricamente, barre al tetto in alluminio e interni in tessuto Meco Mistral con cuciture Blu. Il listino parte da 21.570 euro. 

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!