Renault Trafic SpaceClass, adatto un trasporto di classe o della classe….3 min read

3 min read
L’abbiamo visto per la prima volta al Festival Internazionale del cinema di Cannes come veicolo di trasporto per i vip. Ora è nelle concessionarie il nuovo Renault Trafic SpaceClass, che posiziona il van della Losanga nel mercato degli shuttle premium. Forte dello spazio per un massimo di nove persone aggiunge un tocco di classe ed eleganza alla funzionalità che contraddistingue la versione standard.
# Loguardo:


 All’apparenza sembra un normale Trafic nero (un colore che attira fin troppo il calore, un po’ meno gli occhi delle persone) Si notano i finestrini posteriori scuri. Gli altri segni distintivi sono la griglia cromata ed i paraurti verniciati, oltre che dai loghi SpaceClass sulle fiancate anteriori, infine quel nero non è proprio nero, ma una vernice speciale denominata Comet Gray. Chiudono i cerchi a effetto diamantato da 17’’. Insomma, l’apparenza inganna ed in questo caso riesce bene a mascherare il tutto.

 
# Entro:
 
Qualcosa non torna, si nota subito il rivestimento esclusivo in pelle, siamo sicuri sia ancora possibile definirlo furgonato? Sembra più una Limousine…
lo spazio a bordo è più che sufficiente per 9 persone che vogliono star comode, bagagli inclusi. Il guidatore invece trova un po’ di fatica per avere la giusta posizione di guida, a causa della leva del cambio che è decisamente grossa.
Gli occupanti hanno addirittura l’aria condizionata regolabile e lampade da lettura individuali a LED.
É anche possibile trasformarlo in un ufficio mobile con i sedili girevoli e tavolino centrale rimovibile; numerosi sono gli spazi per i portaoggetti. Troviamo anche prese 220 V e USB per la ricarica di computer portatili e dispositivi elettronici.
La plancia, ben assemblata, presenta una serie di tratti distintivi tra cui il volante rivestito in pelle, un grande quantità di vani portaoggetti e inserti cromati e lucidi. Al centro troviamo schermo da 7’’ ospita il sistema di navigazione MediaNav Evolution o R-Link Evolution con Android Auto e la telecamera di retromarcia.
# Loguido:
 
Accendiamo il bi-turbo 1.6 dCI da 145cv, il motore risulta silenziosissimo e ben rapportato al mezzo. Si guida con un filo di gas in cittá, tutto a beneficio dei consumi. Fuori città la sesta marcia diventa fondamentale per una guida rilassata e piacevole. Le cose si complicano un po’ a pieno carico: il mezzo risulta più lento, non sembra nemmeno in bi-turbo, colpa dell’inserimento della turbina solo sopra i 3.000 giri.
Le altre motorizzazioni disponibili sono un 1.6 dCi da 95cv che promette pari prestazioni rispetto al bi-turbo.
Ovviamente non è  adatto a tutti, ma si rivolge soprattutto ai professionisti che puntano al comfort di tutti i passeggeri, indipendentemente dai tempi di percorrenza.
Per questo è particolarmente adattato per le aziende e gli alberghi che gestiscono il servizio di navetta o ai taxi.
I prezzi partono da 27.000€ e, vedendo il pubblico interessato a Cannes, crediamo che gli ordini siano già molteplici.

😊
– Unicità e privacy garantita dagli optional esclusivi a bordo.
– Praticità di guida e la telecamera posteriore è ottima.
– Agevole da guidare, quasi quanto una vettura.😔
– Il motore potrebbe essere più prestante.
– La leva del cambio risulta tropo a ridosso del guidatore.
– Il costo risulta in linea con i concorrenti, ma le finiture non sono alla pari.
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!