Il nuovo T-Roc senza veli è pronto per il Rock’n’roll!3 min read

4 min read
L’ultima nata in casa Volkswagen è la T-Roc, presentata ufficialmente il 23 agosto nell’esclusiva di Villa Erba, sul lago di Como: sorge subito il dubbio di come catalogarla.
In pratica, cos’è esattamente la T-Roc? È rialzata da terra ma non quanto un Suv, la sua lunghezza non la rende grande quanto una Tiguan, nè piccola come una Golf…
Quindi, dove si inserisce nella gamma Volkswagen?
Potrebbe essere un’evoluzione della Tiguan, data l’aria da Suv, e, volendo, è disponibile anche a trazione integrale.
L’aspetto, però, la tradisce: ha una linea da coupé, che diventa una crossover per la clientela urban chic: racchiude infatti tutte le mode e le personalizzazioni possibili, a cominciare dal tetto bicolore.
Guardando le dimensioni, di 423cm, si potrebbe pensare ad una Golf rialzata, ma è soltanto tre centimetri più corta di quest’ultima e 8 centimetri più alta.#Laguardo:
 
In definitiva la T-Roc è una sintesi tra due mondi: quello delle berline e quello delle sport utility.
Con le prime, condivide le qualità stradali: infatti la piattaforma è Mqb, con sospensioni adattive a gestione elettronica, che prevedono la scelta tra cinque stili di guida: Comfort, Normal, Sport, Eco, Individual, lo sterzo progressivo che la Golf ha adottato sulla GTI.
Dal mondo Suv, invece, riceve l’assetto rialzato, il muso squadrato e imponente, i parafanghi pronunciati e, sul piano sostanziale, un sistema di trazione integrale permanente 4Motion, con una frizione a lamelle a gestione elettronica. Due le modalità “fuoristrada” selezionabili con una rotella alla base della leva del cambio: Offroad, con parametri fissati dal sistema, e Offroad individual, che permette al conducente di effettuare modifiche.
#Entro:
 
La  personalizzazione disponibile all’esterno prosegue nell’abitacolo, con la fascia orizzontale della plancia disponibile in diverse tinte a contrasto. Al centro, decisamente in alto, troviamo lo schermo da 8″ ricoperto di vetro, che gestisce le principali funzioni di bordo e l’infotainment.
Al posto del tradizionale quadro strumenti, dietro al volante si può avere l’Active info display da 11,7” di nuova generazione, con una risoluzione a 133dpi, praticamente in HD.
Tutto è predisposto per l’impiego delle app e dei vari servizi online tramite Volkswagen Car-net e smartphone.
Inoltre l’App-connect, è compatibile con MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto e permette di associare qualsiasi dispositivo mobile.
I sedili risultano comodi e leggermente contenitivi, già al primo sguardo colpiscono, merito delle trame lineari che riprendono il colore della carrozzeria e della plancia. Le plastiche sono ben assemblate e non si percepisce alcun scricchiolio.
Il bagagliaio risulta capiente 445litri, adatti per trasportare moltissimi oggetti.
#Imotori:
 Il motore 1.5 Tsi da 150cv è in grado di disattivare due dei quattro cilindri, ció avviene quando non è richiesta tutta la potenza.
Il “millecinque”, uno dei due propulsori della gamma a benzina, è disponibile sia con cambio manuale a sei marce che con il doppia frizione DSG a sette rapporti. L’altro, decisamente più piccolo, è il “mille” da 115cv, associato al solo cambio manuale e alla trazione anteriore.
Stessa cosa per l’entry level della gamma diesel, il 1.6 Tdi, abbinato all’immancabile 2.0 litri in due potenze: 150cv (disponibile con cambio manuale, Dsg, due o quattro ruote motrici) e 190 (con Dsg e trazione integrale).
#Levendite:
La T-Roc arriverà nelle concessionarie a novembre, con la scelta di dieci tinte di carrozzeria: oltre ai colori pastello bianco, nero e grigio, ci sono i metallizzati Atlantic blue, Black oak, Energetic orange, Giallo curcuma, Indium grey, Ravenna blue e White silver.
Tutti sono abbinati al tetto, ai montanti anteriori e alle calotte dei retrovisori esterni a contrasto. Rappresenta un tocco in più di personalizzazione che nella fascia di mercato, già affollatissima, delle B-Suv, dove l’importante è farsi notare.
Gli allestimenti sono due, ma entrambi sono piuttosto completi: vi sono sistemi di assistenza alla guida come il cruise control adattivo, il dispositivo pre-crash, la frenata d’emergenza con riconoscimento pedone e il rilevatore della stanchezza del guidatore.
#Iprezzi:
La T-Roc ha molte ambizioni, vorrebbe diventare il modello Volkswagen più venduto in Italia.
Al lancio, previsto per novembre, il nuovo modello sarà disponibile con il 1.0 a benzina e il 2.0 diesel da 150 cavalli; nei mesi successivi arriveranno le restanti motorizzazioni.
I prezzi sono adatti al segmento: si parte dai 23 mila euro della 1.0 benzina da 115cv.
 
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!