Il Furgone di Fiat si compra con Google Hangouts1 min read

1 min read

Acquistare un furgone con il Coronavirus. Potrebbe essere l’inizio di una odissea, per fortuna il tutto si semplifica con l’iniziativa di FCA che, per facilitare il contatto di potenziali clienti senza farli uscire di casa, dotando le concessionarie ufficiali del Gruppo di Google Hangouts Meets.

Inoltre, FCA Bank, con strumenti digitali, supporterà la compilazione di preventivi di finanziamenti e servizi assicurativi per clienti che ne faranno richiesta. Tutti i veicoli commerciali finanziati con FCA Bank avranno la prima rata spostata a gennaio 2021. L’Italia è il primo mercato a lanciare questa modalità di contatto “remoto”, ma sarà allargato ad altri Paesi.

#DalConcessionario:

Quello creato da FCA è un metodo che consentirà di svolgere online la trattativa commerciale, così come avviene tutti i giorni nelle concessionarie. Il personale, formato attraverso un corso specifico, potrà servire il cliente per configurare un veicolo, predisporre il preventivo e presentare l’offerta commerciale completa di finanziamento.

Carico Ducato

#Appuntamento:

Per avere un colloquio via Hangouts sarà sufficiente fissare un appuntamento telefonico o tramite email per ricevere il link di connessione, senza dover installare nessuna applicazione. Il Mercato Italiano di FCA è pilota di questo progetto, che può espandersi in altri Paesi grazie all’utilizzo di una tecnologia davvero easy to use.

#Sempreaperti:

L’iniziativa sarà supportata da una campagna di comunicazione con il payoff “Parcheggiati sì, fermi mai!”: un modo per sottolineare l’importanza di osservare le indicazioni circa la necessità di restare a casa, senza rinunciare uno sguardo fiducioso al futuro. Restano comunque aperti i servizi di assistenza e di fornitura ricambi.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!