Trainare un aereo alla Fast and Furious? Roba da record!1 min read

1 min read
SMLXL

Chi non ricorda nella famosa scena di Fast and Furious 6 dove una Alfa Romeo Giulietta, guidata da uno dei compagni di Toretto, traina un aereo in corsa per permettere ai suoi amici di salvare il mondo.
Impossibile riuscirci? Non per Porsche che con il loro Cayenne hanno accettato la sfida.
Deve aver fatto impressione a Richard Payne, tecnico britannico della casa tedesca, osservare dagli specchietti un Airbus legato al retro treno della sua macchina.
Air France ha messo a disposizione uno dei dieci esemplari della sua flotta di A380, per mostrare al mondo le doti di questa vettura.
Il Guinness dei Primati per il più pesante aereo trainato da un’auto di serie sono stati due esemplari di Cayenne: una con motore 4.1 S Diesel da 385cv e un benzina 4.8 Turbo S da 570cv.
L’aeroporto scelto è stato quello di Charles De Gaulle di Parigi: dove, ciascun esemplare della Suv è riuscito a trainare da solo l’aereo per 42 metri fuori dal suo hangar di 60 mila metri quadrati.
Facendo un rapido calcolo entrerebbero circa 3mila Porsche.
La Cayenne è lunga quasi 5 metri, ma risultava un topolino a confronto dei 72 metri e delle 285 tonnellate dell’Airbus A380. Il secondo più grande al mondo tra gli aerei destinati al trasporto civile.
nonostante le dimensioni, la Porsche Cayenne, unita all’Airbus da un apposito attacco collegato al gancio di traino standard, è riuscita nell’impresa.
Pravin Patel, che ha giudicato e verificato l’impresa e assegnato il Guinness World Records Title, dichiarando che quello della Cayenne è sicuramente tra i più spettacolari.
Quindi, è proprio il caso di dire quando la realtà super la fantasia, FF6 era solo troppo avanti con i tempi.
SMLXL

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!