Toyota Yaris, campione di antinquinamento alla Stratorino.4 min read

4 min read

Quest’anno la Toyota, insieme alla sua nuova Yaris, è lo sponsor della Stratorino, la gara podistica più famosa della città. siamo andati a vederla e provarla per voi.

 

 #Laguardo:

 La nuova Yaris non cambia nelle misure, ma presenta una piccola rivisitazione al frontale, con un taglio più deciso ed un muso più affusolato. Spicca infatti, sul colore blu elettrico della vettura, la nuova calandra nera lucida con una X marcata, per farla assomigliare alla piccola Aygo. Anche i gruppi ottici frontali sono stati rivisti, portando la tecnologia Xenon su questa versione Hybrid, mentre per quelle normali un nuovo lenticolare con luce
alogena. Riposizionate anche le luci diurne a led. Sul fianco si nota bene la carrozzeria bicolore, che crea un’effetto tetto sospeso molto particolare. Il posteriore é anch’esso stato rivisto nella linea del paraurti e nei fanali posteriori fullled.
I cerchi in lega ora diventano da 16″ ed hanno un disegno decisamente piu aerodinamico. 

 

#Entro:

 
Se qualcuno era era entrato nella versione precedente si ricorda gli interni curati, ma monotoni, e quei sedili che rimanevano rigidi e un po’ scomodi…
Bene: tutto questo é stato al centro del restyling degli interni, quindi ora troviamo un sedile in pelle mista ad alcantara, comodo e avvolgente, addirittura leggermente contenitivi; i materiali sono decisamente piu soffici e gli assemblaggi piu curati; inoltre, la plancia riprende il colore della carrozzeria, quindi, nella vettura della nostra prova, é di un bel bluette. Il quadro strumenti presenta una nuova linea ed é molto più
intuitivo da capire. Al centro della console troviamo lo schermo touch screen da 7″ rivisitato nei colori che gestisce tutte le funzioni della vettura, dall’infotainement alla schermata dei servizi per vedere la ricarica delle batterie, sembra anche molto piu sensibile al tocco, forse persino troppo.
Competa il quadro il nuovo volante in pelle rastremato al fondo, con i comandi al volante piu grandi e  facili da raggiungere.
Grazie al passo allungato, ora lo spazio risulta maggiore anche per chi siede dietro, ottimo per non avere le “ginocchia in bocca”.
Il bagagliaio é cresciuto, ora sono 265 i litri a disposizione per le valige; tutto merito delle nuove batterie al litio che hanno una dimensione minore, ma sono decisamente piú efficienti.

 

#Laguido:

 
Regoliamo sedile e volante in altezza e profondità, mettiamo la D e via per le strade del centro di Torino! Il suono del motore a bordo non esiste, in modalità elettrica infatti il motore sviluppa un suono di 5,5dB, impercettibile per gli occupanti. Si capisce subito che il centro città sia il suo habitat: si districa bene nei vicoli e si gira davvero in un fazzoletto, inoltre, grazie all’alimentazione elettrica, può entrare ovunque e non paga alcun parcheggio. Come si esce dalla ztl e si inizia a premere il pedale, sia sente il piccolo 1.5 a benzina accendersi e ricaricare le batterie. Questo motore con una potenza di 73cv, abbinato al motore elettrico da 61cv, permette di ricaricare le batterie quando si é in viaggio e, grazie ad un recupero in fase di frenata, di gestire la ricarica.
Nel cambio automatico a doppia frizione si nota subito la B, che serve proprio in caso di discesa a favorire il freno motore e la maggior ricarica delle batterie.
I sistema di sicurezza sono i piú alti della categoria: debutta il Toyota Safety Sense comprendente un sistema Pre-Crash con Autonomous Emergency Braking, Automatic High Beam, Lane Departure Alert e Road Sign Assist.A listino la Yaris Hybrid parte da 19.400€, ma in caso di permuta il prezzo arriva a scendere fino a 14.950€. Ovviamente non é poco, ma offre tutto ciò di cui una persona che gira prevalentemente in città ha bisogno. Toyota ha ricevuto un forte riscontro al punto  che una Yaris su due é hybrida.

😊
– É una delle utilitarie più ospitali: comoda per quattro adulti, al bisogno ospita anche una quinta persona.
– Ottima maneggevolezza: la carrozzeria è compatta, e i comandi sono leggeri da azionare; buona la visibilità, anche dietro.
– Sono di serie sette airbag e quattro dispositivi di sicurezza del Toyota Safety Sense.😔
– Nel cruscotto, in alcune condizioni di luce, la plastica della strumentazione ha fastidiosi riflessi.
– Finché si va piano lo sterzo é leggero, ma a velocità autostradale manca di progressività e richiede frequenti correzioni.
– I tasti del Toyota Safety Sense per attivare e disattivare i diversi sistemi di sicurezza si trovano sul cruscotto, a sinistra del volante, molto in basso: per raggiungerli si rischia la distrazione.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!