Nuova Kia Rio. La koreana sfodera il lato migliore2 min read

2 min read
La Kia Rio si rinnova. Arrivata alla quarta generazione, alla Kia più venduta al mondo bisognava darle una veste più aggressiva, che puntasse a ritagliarsi una fetta di mercato.
 
 

 #laguardo:

Le linee della Rio sono filanti e ben delineate, danno un senso di solidità anche su questo colore Signal Red.
Si fa subito riconoscere per il Tiger Nose Kia pronunciato e il posteriore a sbalzo, il tutto contornato da proiettori a Led con forma triangolare. All’anteriore troviamo i proiettori allo Xenon, che la allineano alle altre vetture della casa.
A guardarla sembra un’auto più grossa dei suoi 4.05m, eppure, anche se le superfici vetrate non sono molto ampie, la linea non si appesantisce facendo effetto muro.
La soglia di carico è davvero molto alta, 75cm, in caso di carichi pesanti diventa difficile alzarli così tanto.

#entro:  

È stato fatto davvero un gran bel lavoro nell’abitacolo: tutto è stato affinato e rivisto per dare sia  un tocco sportivo, sia di classe a questi interni. I sedili sono molto ampi e accolgono benissimo persone di qualsiasi statura, l’unica pecca è la regolazione a scatti dello schienale, ma non è difficile trovare una posizione comoda in poco tempo.
Tutti i comandi del cruscotto sono stati ridotti all’osso, per far spazio al nuovo navigatore da 8″ integrato nella plancia. Grazie al suo schermo ampio e ben illuminato, può facilmente interagire con noi, fornendoci tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno, in più, fa anche da autoradio DAB con porte usb e aux.
Il contachilometri bianco presenta un quadro strumenti chiaro, leggibile in quasi tutte le situazioni; infatti, con luce sfavorevole, diventa impossibile vedere le lancette rosse e capire a che velocità si sta viaggiando.

#laguido:

 
 La guida è piacevole, gli innesti del cambio manuale a 5 rapporti sono facili e non si impunta mai; anche l’abbinamento con il motore 1.0 T-GDi da 100cv riesce a non farla sembrare troppo assetata, ma per chi vuole risparmiare molto è meglio puntare sul più classico 1.4 turbodiesel da 90cv.
L’altra motorizzazione è un 1.2 benzina aspirato disponibile anche in versione gpl, con un impianto BRC montato dalla casa madre.Questa Kia si presenta ottima per la città, ma non disdegna un viaggio con la famiglia per il weekend. I prezzi sono a partire da 13’100€; per mese di marzo si avranno sconti fino a 2’000€.
 
😊- Il comfort di marcia è ottimo, risulta molto silenziosa a qualsiasi velocità.
– È maneggevole: si parcheggia in spazi piccoli e gli inserimenti in curva sono ottimi
– L’abitacolo risulta essere molto spazioso.😔

– Il lunotto posteriore è troppo piccolo e diventa difficile far manovra
– Lo schienale del sedile regolabile a scatti non permette la giusta postura di guida
– La soglia di carico è molto alta.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!