Mini Cooper per il matrimonio regale dell’anno andrà all’asta per beneficenza1 min read

1 min read

Il matrimonio dell’anno a cui facciamo riferimento nel titolo è quello dei reali d’Inghilterra tra il principe Harry e Meghan Markle il prossimo 19 maggio; Mini per l’occasione ha realizzato una one-off, che andrà all’asta per beneficenza. Il ricavato sarà devoluto a Children’s HIV (CHIVA), una delle associazioni volute dalla coppia.

#lecaratteristiche:

La base è quella di una hatchback in allestimento Cooper S, si tratta di esemplare unico che fin dalla carrozzeria rimane unica, il colore è un Crystal White, con strisce argentate sul cofano e sulla parte posteriore delle fiancate, i fanali posteriori riportano la Union Jack e cerchi di lega con sfumature blu. Quello che rende unica questa Mini è la vernice del tetto con una grafica realizzata a mano in diversi strati; questa riunisce i particolari delle bandiere britannica e americana di Harry e Meghan. Alcuni orpelli sono stati realizzati con stampa 3D, come gli speciali badge bianchi sopra gli indicatori laterali, che riportano le iniziali M e H divise da un cuore. E quando si preme sul telecomando per sbloccare le portiere, sull’asfalto appare il messaggio di benvenuto “Just Married”. 

#entro:

A bordo colpiscono i rivestimenti in pelle grigio Satellite, diverse sfumature blu e particolari cromati, mentre l’interno delle portiere riprende dettagli e colori del tetto. Al passeggero della plancia vi è una decorazione con i nomi di battesimo degli sposi, la data del matrimonio e vari messaggi di auguri. Rifiniscono il tutto le bandiere stilizzate sui poggiatesta e cuciture a contrasto sulle alette parasole, con il messaggio in rilievo “Love is”.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!