Bmw Serie 5 il futuro inzia adesso4 min read

5 min read

La casa bavarese sceglie di puntare tutto sulla sua ammiraglia, la Serie 5, concentrando innovazione con l’innegabile design unico e l’eleganza che caratterizza ogni modello.

#Laguardo:

 
È un’auto imponente, lunga quasi cinque metri. Nonostante possano non sembrare tanti, per noi lo sono eccome! Ha linee filanti e grintose, riesce a farsi riconoscere anche in un parcheggio aziendale pieno di auto grigie e anonime. Guardandola spiccano subito i 2 reni anteriori, la tipica griglia BMW, rivista nel design che si incastrano alla perfezione nel paraurti che include  grandi prese d’aria, telecamere e sensori  di parcheggio. A chiudere il cofano con i parafanghi vi sono i due proiettori bixenon con tecnologia a Led: hanno una tecnologia adattiva in grado di abbassare l’intensità luminosa all’arrivo di un veicolo in senso contrario. Veri gioielli che brillano! Largo spazio é stato dato ai lamierati d’alluminio come cofano portello e parafanghi, tutto assemblato minuziosamente. La fiancata è resa filante dalla linea che racchiude le portiere e i parafanghi. Anche sugli specchietti sono state installate videocamere per coprire gli angoli ciechi e sensori.
Il posteriore chiude la linea sportiva dell’auto con un cofano molto simile alla vecchia serie 5. Sono stati rivisti i proiettori posteriori, ora completamente a Led e inserite anche qui diverse telecamere con relativi sensori.
 
  Vi starete chiedendo come mai tutto questo  bisogno di sensori e telecamere che coprono l’auto. Basta guardare la chiave per capirlo: mantiene il design del cofano anteriore ed è provvista di uno schermo da circa un pollice e mezzo, dove compare la possibilità di parcheggiare da sola. Sì, questa BMW, grazie al pacchetto Remote Control Parking, dalla cifra considerevole, è in grado di effettuare un parcheggio senza alcun bisogno di una persona a bordo. È ció che si può definire la prima auto dalla guida autonoma, nulla a che vedere con la guida pratica. Inoltre, sempre grazie allo stesso sistema, è possibile far uscire l’auto dal proprio box, stando nei paraggi e controllando la manovra sullo schermo del telecomando. Altre possibilità date dalla chiave sono accendere il motore a distanza e regolare la temperatura interna: roba da veri agenti segreti!
#Entro:
 
La stessa cura del dettaglio vista sulla carrozzeria si nota anche negli interni. Un vero e proprio salotto viaggiante. I sedili in pelle sembrano delle poltrone per quanto sono morbidi e larghi. Anche per i passeggeri dietro il confort rimane lo stesso, moltissimi sono i vani per riporre gli oggetti. Proprio vicino al volante vi è il ben conosciuto tasto di accensione che, quando premuto, oltre a mettere in moto l’auto, accende la luce bianchissima del contachilometri con il computer di bordo.. A richiesta é possibile avere i segnali stradali segnati in 3D grazie all’head-up display .
La parte centrale del cruscotto è tutta incentrata sul sistema multimediale con uno schermo da 10,25pollici ed il riconoscimento dei comandi gestuali. Da esso è possibile gestire tutte le funzioni del veicolo, visionare le telecamere e rispondere al cellulare.
#Laguido:
 
Malgrado le dimensioni, si guida molto bene, la marcia è fluida, nell’abitacolo non vi è alcun rumore del motore e il confort di marcia è unico. Per chi sceglie il Driving Assistant Plus c’è la possibilità di far tenere la corsia e la velocità all’auto. Basta una mano sul volante e fino a 210km/h sarà lei a gestire velocità e sterzo per tenere l’auto sulla carreggiata e a debita distanza di sicurezza dal veicolo che la precede.
I motori disponibili attualmente sono la 520d e la 530d. Tutte le motorizzazioni sono affiancate ad un cambio automatico a otto marce; a marzo dovrebbe arrivare anche quello manuale. Nello stesso mese debutteranno anche le versioni 520 Efficent Dynamic, con specifiche votate al minor consumo, ed una versione ibrida plug-in. Per chi utilizza l’auto in montagna o su fondi molto scivolosi, sarà disponibile anche la trazione a quattro ruote motrici xDrive.Proposta solamente in una variante base già superaccessoriata, con prezzi da 50’600€, in linea con le rivali e la clientela a cui si rivolge. Ovviamente tutti gli optional (sono davvero tantissimi) sono a pagamento ed è facile aumentare considerevolmente il prezzo di base con poche aggiunte.

😊

– Le rifiniture sono di alto pregio, proprio quel che ci si aspetta da questa serie5
– La guida è molto fluida e precisa, volendo osare sono ordinabili anche le ruote posteriori sterzanti
– La tecnologia regna sovrana e gestisce quasi interamente il veicolo

😔

– I comandi gestuali della radio sono inutili, anzi, spesso si attivano involontariamente
– Il quinto posto è molto piccolo, lo spazio per le gambe è poco, colpa del tunnel centrale enorme
– La radio deve per forza essere pagata a parte e costa davvero un capitale. (Si parla di più di 1000€)

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!