Classe G 63 AMG…. la novità viene da dentro…2 min read

2 min read

È stata svelata giusto qualche settimana prima rispetto al Salone di Ginevra la fuoristrada più potente di sempre di casa Mercedes. La nuova AMG G 63 combina l’ultima versione del 4.0 biturbo costruito a mano ad Affalterbach con l’estetica della nuova generazione della Geländewagen. Riconoscerla dalle altre versioni risulta facile: esteticamente la G 63 dispone di paraurti specifici con prese d’aria maggiorate, cerchi di lega a 22″ e pedane cromate sotto alle quali vi sono i terminali di scarico laterali. Questi rappresentano il vero e proprio simbolo di questo modello firmato AMG insieme agli immancabili passaruota allargati.

#quasidownsizing:
Sotto al cofano della G 63 c’è una delle novità più importanti della nuova generazione della fuoristrada ad alte performance.
Il mostruoso otto cilindri 5.5 litri sovralimentato è stato sostituito dal V8 4.0 litri biturbo già in uso su diversi modelli di Affalterbach che, in questa veste, arriva a erogare 585cv.
Di serie la Classe G di AMG ha un cambio automatico 9G Speedshift TCT AMG abbinato alla trazione integrale 4Matic Performance AMG incentrata sull’asse posteriore nella ripartizione della coppia (40:60), il tutto a favore della guida stradale. Ovviamente il non abbandona le origini del nome che porta, diciamo che le migliora affiancandone di nuove.
Nei dati dichiarati dalla Casa la Mercedes-AMG G 63 è in grado di compiere lo 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e sfiorare i 20km/h, nonostante il peso di quasi 3 tonnellate.

#sempreoffroad:
Dicevamo che le origini non si dimenticano, qumdi AMG adotta dotazioni aggiuntive rispetto alla normale Classe G. Alcuni esempi sono i fari full Led High Performance con tecnologia Mutlibeam, lo sterzo parametrico elettromeccanico, le modalità di guida del Dynamic Select e l’assetto a controllo elettronico Ride Control AMG con regolazione adattiva dell’ammortizzatore.
Il sistema di trazione integrale è creato per questo modello e integra ben tre differenziali bloccabili elettromeccanicamente abbinati a una rapportatura specifica per la guida in fuoristrada.
Tramite l’interruttore Low Range è possibile modificarne il rapporto di trasmissione del ripartitore di coppia passando da 1,00 a 2,93.


#entro:
Da un lato l’impostazione stilistica degli esterni è rimasta simile al modello originale, dall’altra gli interni sono del tutto nuovi. Integrano soluzioni tecnologiche inedite per la gamma a ruote alte della Stella. Sulla G 63 è possibile avere un quadro strumenti digitale da 12,3″ abbinato a un impianto di infotainment con schermo della stessa misura. Tramite questi due computer è possibile controllare tutte le funzioni dell’auto. Tutte le funzioni avanzate per la gestione della guida in off-road sono selezionabili da quello centrale e riportati su quello fronte guida. Non mancano i più moderni sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter