Toyota è stata l’Auto ufficiale del Giro D’italia 20202 min read

1 min read

Toyota Hybrid è stata l’auto ufficiale del 103esimo Giro d’Italia 2020, ma lo sarà anche per i prossimi due anni, 2021 e 2022. La Corsa Rosa è lo strumento ideale per mostrare al pubblico il senso di un cambiamento forte, possibile e quotidiano, avvicinando lo sport che vuole essere sinonimo di viaggio in armonia con l’ambiente. E’ un messaggio che per Toyota significa consapevolezza, il risultato di oltre 20 anni di esperienza nelle motorizzazioni ibride, dalla prima Prius del 1997 fino ad oggi, con la nuova Yaris di quarta generazione. Capace di fare 31,2Km al litro ed emissioni di C02 a quota 64g/km, ma anche di diventare una piattaforma evoluta che abilita nuovo stile di guida, che consente di gestire al meglio le possibilità di una marcia per lunghi tratti ad emissioni zero.  

accordo toyota giro d'italia
accordo toyota giro d’italia

Ecco la WeHybrid Race, una corsa nella corsa che coinvolge alcuni “ambasciatori” Toyota che si sono sfidati lungo il percorso di alcune della tappe del Giro 2020. Sono loro i coach di lusso di altrettanti automobilisti in una competizione che premia chi riesce a percorrere più chilometri in modalità elettrica a bordo di nuova Toyota Yaris, in listino da 22.000, da 17.050 con ecoincentivo. Il tutto monitorato da Hybrid Coach, una funzione dell’app MyT in grado di registrare tempo e distanza percorsi a batteria. Protagonisti della sesta tappa del Giro, da Castrovillari-Matera, sono stati Gabriele Detti e Andrea Pusateri. Un vincitore c’è stato, il cambiamento.

Per quanto riguarda i corridori la maglia rosa è andata a Tao Geoghegan Hart, ma noi vogliamo salutare Jacopo Mosca, compaesano che ha corso in tutte le tappe del Giro.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!