Non si farà la Skoda Low-Cost per i mercati emergenti1 min read

1 min read
Il recente blocco dell’alleanza con Tata non ferma i progetti del Gruppo Volkswagen per i mercati emergenti.
Thomas Sedran, responsabile della strategia del gruppo spiega che nonostante lo stop indiano, il manager ha ribadito l’esistenza di uno studio per una low cost a marchio Skoda, per altri Paesi entro il 2020.
Come citato da Automotive News, Sedran ha parlato di “una serie di idee” elaborate dalla Skoda per l’ipotetica entry level indiana: tutto ció potrebbe essere utilizzato in altri mercati “come Brasile e Iran”.
Nel mese di marzo, il gruppo di Wolfsburg e la Tata hanno firmato un’intesa per porre l’inizio di un’alleanza lunga.
Tuttavia, pochi giorni fa, i costruttori hanno comunicato l’archiviazione del progetto low cost, poiché non in grado di raggiungere “sinergie tecniche ed economiche da ambo le parti”. Secondo indiscrezioni, i boemi avrebbero abbandonato l’idea dell’utilizzo della piattaforma AMP di Tata; l’idea sarebbe abbandonata dopo il calcolo degli investimenti per adeguare l’architettura ai futuri crash test e alla normativa sulle emissioni. A livello di gruppo, la partnership potrebbe avere ancora degli sviluppi.
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!