Minnie esce dal fumetto e si fa auto.1 min read

1 min read
Quelle che vede sul tetto non sono parabole per captare segnali extraterrestri o intercettazioni compromettenti; tantomeno il segnale del satellitare… si tratta di vere orecchie della Honda Minnie Van!
La versione speciale è basata sulla meccanica del monovolume Odyssey, il prodotto finale risulta perfettamente funzionante, vuole essere una dedica all’eterna fidanzata di Topolino, Minnie Mouse, meglio conosciuta come Minnie.

Carrozzeria color rosa confetto con pois bianchi ama proprio come il suo vestito preferito, fiocco tra le orecchie in pendant, questa particolarissima only car è stata realizzata per il Disney D23 Expo, l’evento biennale dedicato ai fan dei personaggi dei cartoni animati e dei fumetti.
La kermesse è in corso questo weekend in California, al Convention Center Anaheim, nel Disneyland Resort.

Il progetto rafforza partnership del 2005 tra la Casa giapponese e la multinazionale statunitense: fa da apripista all’introduzione sul mercato USA del model year 2018 della monovolume nipponica. La vettura sará prodotta in Alabama, la precedente versione è prima per vendite negli USA nella categoria minivan.
Per i fan la sorpresa a quattro ruote è stata grande, ma l’euforia è stata placcata dalla notizia che Minnie Van non sarà prodotta in serie.

”La nuova Odyssey è stata sviluppata per le famiglie moderne; offre funzionalità high-tech, sedute con configurazioni flessibili e un nuovo stile. Fattori mirati a rendere felici tutti nella famiglia”, ha dichiarato Susie Rossick, assistente del vice presidente di Honda Marketing.
Tutti spunti nella creazione della Minnie Van sono frutto della collaborazione con Disney-ABC e ispirata dalla topolino più famosa del mondo!
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!