Fiat lancia Argo, l’erede della Punto….. Peccato solo per il Brasile1 min read

1 min read
SMLXL

Si sa, tutte le belle storie a volte hanno un lato negativo… Fiat lancia l’erede della mitica Punto; questa volta è la Argo.. Peccato sia solo per il Brasile…
Fiat Argo rappresenta un modello chiave, perchè Chevrolet ha preso la leadership del mercato brasiliano ed FCA cerca di controbattere.
Troviamo le dimensioni di una classica utilitaria di segmento B.
in sudamerica però ha un prestigio più alto. Si tratta di una cinque porte, lunga quattro metri, con un passo di 2,51 metri e la piattaforma MP1, in gran parte nuova.
Rappresenta l’erede della Punto in Brasile e, per dimensioni e dotazioni potrebbe esserlo anche in Italia, ma al momento non è previsto un arrivo sul nostro mercato.
Dalla Argo nasceranno tre varianti: una berlina, un pick-up e un SUV.
I motori sono tutti nuovi: il mille tre cilindri Firefly da 77cv, un 1.3 Firefly a quattro cilindri da 109cv e arriva al più potente 1.8 EtorQ da 139 cavalli per la Argo HGT. La più sportiva della gamma.
SMLXL

Questa vettura spicca per un design profondamente rinnovato: la Fiat Argo vuole conquistare soprattutto il pubblico giovane.
La dotazione tra i dettagli hitech, spiccano le luci a Led all’esterno e l’infotainment sviluppato con schermo da 7” e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.
Troviamo anche altri dettagli non banali come la strumentazione personalizzabile, le bocchette d’aria circolari o la fascia centrale della plancia in tinta con la carrozzeria confermano lo spirito dinamico.
L’abitabilità è un altro fattore importante: il bagagliaio parte da una capienza di 300 litri.
C’è anche la versione speciale Mopar, realizzata in 1.000 esemplari, per chi cerca il top. Gli allestimenti “classici” sono sette, riescono quindi già a soddisfare molti gusti.Chi, come noi vorrebbe vedere e provare questa nuova Argo?
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!