Privacy Policy

Una BMW Serie8 Cabrio per la sfilata Pride1 min read

1 min read

Si tratta di una BMW Serie8 Cabrio molto speciale quella messa a punto dalla filiale americana del costruttore tedesco per il WorldPride di New York, che quest’anno festeggia il 50° anniversario dei moti dello Stonewall, dove nacque il movimento di liberazione omosessuale negli Usa: l’unicità della vettura è la sua livrea con decalcomanie arcobaleno, che disegnano un grande cuore a scacchi sul cofano; un motivo simile si trova anche sul cofano posteriore. L’obiettivo della casa bavarese è esprimere il suo appoggio alle celebrazioni per l’orgoglio omosessuale.

#Motivi:

BMW serie 8 front
BMW serie 8 e creatore

A pensare i motivi decorativi del veicolo è stato il designer e sostenitore dei diritti gay Jonathan Adler. Il colore di fondo è il bianco con tocchi neri dati dai cerchi e dalla mascherina frontale. Le calotte trasparenti dei gruppi ottici sono multicolore e il tutto si sposa con gli interni in pelle rossa. Dietro c’è la firma del suo autore e il logo della campagna #GoWithPride di BMW, inserito al posto della targa. Sotto al cofano un possente motore V8 biturbo 4,4 che eroga 530cv, abbinato a una trasmissione automatica a 8 marce e quattro ruote motrici.

#Evento:

BMW serie 8 lato
BMW Serie 8 decalcomania

L’evento WorldPride avrà il suo culmine Marcia dell’Orgoglio, che verrà aperta da una flotta di Serie8 Cabrio stilizzate da Jonathan Adler, che porteranno le varie celebrità dell’evento. A partire da Madison Square Park, il percorso della parata passerà per molte tappe importanti, tra cui il monumento nazionale di Stonewall e il Nyc Aids, dedicato agli oltre 100mila newyorkesi morti per le conseguenze della sindrome da immunodeficienza acquisita negli anni ’80.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Studente di scienze della comunicazione e passione per le auto ha riunito tutto questo in un unico blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!