La bmw x6 più nera che c’è!2 min read

2 min read

Pensate un nero, ecco ora caricatelo talmente tanto che fa trapelare appena il design: l’abbiamo vista al Salone di Francoforte sulla terza generazione della BMW X6, ma la versione BX2 è “laccata” con una vernice di un nero talmente nero da assorbire completamente la luce è qualcosa di unico.

BMW X6 Vantablack
BMW X6 Vantablack

La nuova finitura è stata ribattezzata “Vantablack”, acronimo di Vertically Aligned Nano TubeArray Black, e ha la particolarità di “appiattire” gli oggetti che ricopre, rendendoli bidimensionali al colpo d’occhio. La nuova X6 è il primo e unico veicolo al mondo ad avere questa tipologia di vernice, studiata insieme con la Surrey NanoSystems, azienda che ha brevettato il Vantablack che ha deciso di usarlo con Bmw proprio per il design della terza generazione di X6.

#Ilrestyling:

Oltre al nero profondo e alle linee aggressive, gli ingegneri di Monaco hanno associato la griglia a doppio rene, i fari gemelli che sono il segno distintivo di Bmw e le luci posteriori bianco ghiaccio: un contrasto voluto per far risaltare il Vantablack, che riflette solo l’1% della luce, appena sufficiente a non cancellare del tutto il design.

#Vantablack:

La tecnologia Vantablack, che è un termine specifico per definire un’intera gamma di vernici estremamente nere, è stata sviluppata per l’industria aerospaziale, nello specifico per i rivestimenti di componenti spaziali, e si basa su una matrice al carbonio.

Preparazione Vantablack
Preparazione Vantablack

Ognuno di questi nanotubi di carbonio ha una lunghezza che va dai 14 ai 50micrometri, con un diametro di 20nanometri, dimensioni che lo rendendo circa 5.000volte più sottile di un capello umano: in un centimetro quadrato sono presenti un miliardo di nanotubi, e la luce che colpisce questa superficie viene assorbita invece che riflessa e convertita efficacemente in calore.

Designesicurezza:

La decisione di utilizzare la Vantablack VBx2 per la nuova X6 non è casuale: la sfida, ha spiegato Ben Jensen, inventore della vernice e fondatore della Surrey NanoSystems, era proprio quella di associarla a un’auto dal design innovativo e audace senza cancellarlo. Per questo “usare una vernice come questa su auto convenzionali, senza  un design distintivo, non darebbe i risultati sperati”.

La VBKX6
La VBX6

La Vantablack, però, può trovare altre applicazioni nell’industria automobilistica, meno legate al design e più alla sicurezza.

“Il materiale viene attualmente utilizzato in vari tipi di apparecchiature a sensori laser per sistemi di assistenza alla guida e tecnologie per la guida autonoma, ha confermato Jensen, Questo perché la luce solare può causare un peggioramento delle prestazioni anche in questi sistemi. Un rivestimento Vantablack elimina questi problemi, e aumenta la sicurezza”.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter