Il Volkswagen Maggiolino si pompa e diventa una biposto cabrio1 min read

1 min read

I veri appassionati di auto retrò si stanno avvicinando al mondo dei restomod, ovvero progetti di restauro che danno nuova vita a glorie del passato rivedendo da zero la componentistica montando una meccanica moderna. I tedeschi di Memminger sono da sempre nel mondo delle elaborazioni dei Maggiolini Volkswagen e, dopo tanti esemplari rivisti e corretti, hanno deciso di fabbricare un modello unico che fonde il DNA della Beetle originale con una scattante e prestazionale Porsche Speedster.

#soloaria:

La base è un classico telaio tubolare Maggiolino a cui sono state inserite carreggiate allargate e una modifica sostanziale alla carrozzeria: è stata trasformata in due posti open top. Il parabrezza è differente e dietro all’abitacolo vi sono due gobbe per la protezione degli occupanti. Proprio sotto ai tubi romba un flat four da 2.7litri raffreddato ad aria che eroga ben 210cv. La trazione è posteriore ed è gestita rigorosamente da un cambio manuale a cinque marce mentre l’impianto frenante ha componenti moderne. Gli interni hanno un’impostazione classica ispirata alle competizioni. Gli indicatori sono il giusto e si abbinano a sedili sportivi rivestiti di tessuto e pelle contornati da portiere senza fianchetti che lasciano vedere qualche parte del telaio tubolare della vettura. 

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!