Ultra Ignis ultracompatta2 min read

2 min read
Dopo un’uscita in sordina dal listino nel 2008, torna a gran voce la nuova Ignis. Profondamente rinnovata diventando il suv più ultracompatto del panorama automobilistico.
 

 #Laguardo:

La prima impressione è profondamente diversa; del modello passato creato con GM, è

 
rimasto solo il nome; ora la nuova Ignis è una vera e propria Key-Car pronta ad invadere il nostro mercato.
È un’auto alta da terra ben 18cm, con gomme e cerchi ben proporzionati, nella visione laterale vi sono piccole superfici vetrate e soprattutto il montante posteriore è decisamente ampio, tanto da sacrificare parte della porta posteriore. Il frontale è d’impatto, i fari a Led e Xenon molto ampi; la griglia con lo stemma Suzuki molto grande. Il posteriore con un lunotto è tagliato di netto, forse addirittura troppo.
#Entro:
Gli interni della Ignis sono una vera novità per tutta la gamma Suzuki: i sedili sono molto comodi, colorati ed adatti a qualsiasi taglia ed altezza, al centro troviamo un cruscotto bicolore molto semplice con al centro un tablet da 8″  che gestisce tutte le informazioni. Più in basso i comandi del clima ben in vista, solo un po’ piccoli.
Il tunnel centrale riprende un terzo colore sgargiante che troviamo sia sulla trama dei sedili che sulle maniglie interne.
Il contachilometri centrale bianco con una corona azzurra ha una visione ottimale anche con il sole contro. Manca il contagiri che può tornare utile per migliorare la cambiata e risparmiare.
Lo spazio interno è comodo per 4 persone non troppo alte ed il bagagliaio è proporzionato e capiente per tutti gli occupanti.
 
#Laguido:
Si guida piacevolmente, il 1.2 vvt euro 6, già collaudato su altre vetture della gamma, è molto elastico e scattante, agile per la città ed anche per qualche viaggio in collina.
È anche possibile avere questa motorizzazione con la doppia alimentazione gpl e Hybrida abbinato ad un generatore elettrico.
Il volante è preciso e l’auto si inserisce bene in curva. Ottime anche le sospensioni che assorbono bene il pavé della città.
Con circa 1’500€ in più è possibile averla anche in versione 4wd, il vero punto di forza della Suzuki.
Questa Ignis si presenta come un’auto innovativa, che può piacere o meno senza mezzi termini.  Si può portare a casa con prezzi a partire da 14’050€ con tanta tecnologia già di serie, ma qualche optional in più si fa pagare.
😊
-E’ una macchina con un design molto innovativo che dona carattere deciso alla vettura.
-Gli interni sono colorati e ben assemblati.
-La guida alta e precisa con le sospensioni morbide la rendono comoda nella guida.
😔
-Le superfici vetrate sono fin troppo piccole, si fa fatica a vedere bene in tutte le direzioni.
-I comandi del cruscotto sono piccoli ed è difficile premerne uno alla volta.
-Il motore è rumoroso ad alti regimi.
Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Alessio Richiardi

Perito assicurativo, Laureato in Scienze della Comunicazione e Passione per le Auto .. Questo è il mix che compone questo blog... Metterci impegno e andare avanti un pezzo alla volta... ecco il pensiero... se poi quel pezzo è un bullone di un motore o ancor meglio una bella turbina... non c’è santo che tenga... bisogna provarla!